Ricetta piadina romagnola senza glutine

Booking.com
Ricerca aziende, ristoranti, professioni e spiagge in Romagna

Non tutti sanno che esiste una variante della piadina romagnola per chi soffre di celiachia, questo tipo di preparazione è anche adatta a chi è intollerante alle uova, alla soia ed è vegetariano, insomma è proprio un piatto adatto a tutti. Di solito chi non può mangiare il glutine si deve accontentare di portate poco gustose: per curiosità provate questa ricetta e vedrete che diventerà il vostro piatto preferito.

La preparazione è piuttosto simile a quella della piadina romagnola standard, oltre a non utilizzare grano ricordatevi l’accortezza di cucinare e cuocere su superfici dedicate che non sono mai state a contatto con il glutine e di girare la piada con strumenti pulitissimi che non presentino neanche una millimetrica traccia di farina, in quanto contaminereste il tutto creando delle reazioni allergiche come se nel composto ci fosse del glutine.

Premesso di cui probabilmente eravate già informati (meglio specificarlo una volta in più che una volta in meno) mettetevi all’opera e non e ne resterete delusi.

Ingredienti:

600 gr di farina senza glutine

100 gr di strutto a temperatura ambiente

1 uovo  (rende l’impasto “senza glutine” morbido e malleabile)

1 + ½ bicchiere di latte o acqua

1 cucchiaino di miele (facoltativo)

un cucchiaino di sale

una bustina di lievito

  1. Metti la farina in una ciotola o sulla spianatoia a fontana, aggiungi lo strutto morbido, l’uovo, il latte o l’acqua e il cucchiaino di miele, per ultimo aggiungi il sale.
  2. L’impasto deve essere morbido ed elastico; deve riposare coperto, es. pellicola per alimenti, per circa un’ora a temperatura ambiente,  in frigorifero in estate.
  3. Infarina leggermente il tavolo da lavoro, dall’impasto preleva piccole porzioni di pasta e tirale con il mattarello. Se non avete occhio ma volete dare una bella forma rotonda alla pasta aiutatevi con un piatto/piattino appoggiato sopra e tagliate.
  4. Cuoci le piadine sul testo o più semplicemente in una padella antiaderente ben calda, qualche minuto per lato.

Man mano che la piadina si cuoce in superficie forma delle lievi bolle, che vanno bucherellate con i rebbi della forchetta. I fori creati dai rebbi della forchetta rimangono anche dopo la cottura, “a ricordare il lavoro delle donne davanti al calore del testo bollente”.

Il numero delle piadine ottenute con 600 gr di farina è circa 6/7, a seconda di quanto spessa tirate la pasta.

Booking.com
Booking.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbero interessarti:

Notizie ed Eventi in Romagna

Laura Pausini in Tour a Rimini

Laura Pausini, sposa novella, annuncia le tanto richieste date internazionali con l’apertura del suo tour 2023/24 proprio nella nostra Rimini. Dopo l’anteprima estiva, la data

LEGGI TUTTO »
Scopri Rimini e la Romagna

Don Giancarlo Ugolini

Don Giancarlo Ugolini è stato innegabilmente una figura di riferimento per tutti quei riminesi che necessitavano di una guida spirituale. Nato nel 1929, Ugolini viene

LEGGI TUTTO »
Monumenti e Musei

Fortezza di San Leo

Il Borgo di San Leo è governato dalla maestosa e naturale piastra rocciosa su cui si erge fiera la fortezza omonima rappresentante la principale composizione

LEGGI TUTTO »
Salute e Benessere

I datteri e le loro proprietà

Tipici delle festività natalizie, i datteri sono anche molto utilizzati come semplice snack, adatti per qualsiasi occasione. Nonostante non siano propriamente un alimento leggero in

LEGGI TUTTO »
Torna su
Ghinelli tende