E brazadèl d’l’impajèda (I bracciatelli)

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Bracciatello

Tipico dolcetto romagnolo a forma di anello
Stampa Ricetta
PortataBiscotti, Dessert, Dolci
CucinaItaliana, Romagnola
Tagdolci
Difficoltàfacile
Costobasso
Preparazione30 minuti
Cottura15 minuti
Tempo totale45 minuti
Porzioni6 persone

Ingredienti

  • 500 g farina 00
  • 200 g zucchero
  • 200 g burro
  • 1 bustina lievito per dolci
  • 4 uova
  • 1 limone

Istruzioni

  • Grattugiare la scorza di limone
  • Sciogliere il burro a bagnomaria
  • Preparare una fontana con farina, lievito e zucchero. Aggiungere le uova e ilburro fuso. Impastare con cura.
  • Far riposare l'impasto circa 60', avvolto in un panno umido
  • Stendere l'impasto con un mattarello per ottenere un'altezza di circa 5 cm
  • Formare dei dischi e poi talgiarli ulteriormente al centro, formando degli anelli.
  • Stendere i bracciatelli su una teglia, spolverarli con poca farina
  • Infornare a 160° per circa 15'
  • Cospargere i dolci con zucchero semolato

bracciatelli (brazadèl) sono dei tipici biscotti dolci della Romagna che devono il proprio nome alla forma ad anello. I venditori li inanellavano, appunto, su di un bastone per poi esporli durante le feste.

Questi sono così antichi da esser già noti, almeno, nel medioevo!

Sono dolci legati alle festività o a determinate ricorrenze: si solevano preparare per battesimi e cresime oppure appena dopo un parto. E, poiché un tempo si partoriva sulla paglia, da qui “d’l’impajèda” (dell’impagliata).

Ti consigliamo


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    Aggiungi Attività

    Ricerca le migliori attività Romagnole!

    hotel, pizzerie, ristoranti, negozi, professionisti, estetiste, palestre, aziende, bar, pub ...