Il Colle di Covignano

Booking.com
Ricerca aziende, ristoranti, professioni e spiagge in Romagna

Il percorso che si estende a Rimini sul Colle di Covignano è lungo circa 6 chilometri e si presenta come un ambiente tranquillo, dove sono allocati anche il Santuario dedicato alla Madonna delle Grazie, il Museo degli Sguardi e la Chiesa di S.Maria in Scolca.

Sia in auto che in autobus potrete raggiungere via Covignano, fino ad arrivare al piazzale del Santuario delle Grazie, solitamente raggiunto percorrendo la scalinata della via Crucis.

Partendo dal Santuario e intraprendendo via Vasari potrete raggiungere via delle Fonti e andando verso sinistra raggiungerete via Monte Coronaro e a destra fino ad arrivare a Piazzale Ruffi per risalire a sinistra per via Covignano e raggiungere San Fortunato.

Sulla destra incontrerete Cà Palloni, fino a via Monterotondo, passeggiando troverete, sempre sulla destra, il centro di Studi Turistici Itinera e la Casa dei Ritiri.

Al bivio tra via Torretta e via delle Fonti Romane è situata la sorgente di acqua termale La Galvanina, proseguendo verso sinistra si arriva a Cà Palloni e poi via San Lorenzo a Monte.

Incontrerete dopo circa duecento metri via della Carletta e dopo circa mezzo chilometro un incrocio e da via delle Fonti si può raggiungere via Vasari, per procedere verso il Santuario.

Booking.com
Booking.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbero interessarti:

Notizie ed Eventi in Romagna

Laura Pausini in Tour a Rimini

Laura Pausini, sposa novella, annuncia le tanto richieste date internazionali con l’apertura del suo tour 2023/24 proprio nella nostra Rimini. Dopo l’anteprima estiva, la data

LEGGI TUTTO »
Riccione

Cenni storici Riccione

Riccione, “La Perla Verde”, è una località marittima famosa per la cordiale accoglienza che mette disposizione dei turisti, un’ospitalità familiare tipicamente romagnola. Siamo nel luogo per

LEGGI TUTTO »
Storia di Rimini

La Pittura Riminese del Trecento

Un vanto tutto “Riminese”. C’è un importante capitolo, nella storia dell’arte mondiale che si intitola “La Pittura Riminese del Trecento”. Non c’è testo d’arte che non

LEGGI TUTTO »
Dialetto e tradizioni

E picìn

Sòta al quèrti dó vicét, i sni steva tôt dó strét… e Pirin d’ormai utent an e fasiva un pò e capan: “ Oh s’èt

LEGGI TUTTO »
Torna su
Ghinelli tende